Pagine Menu di navigazione

Agenzia di promozione artistica e distribuzione

EMANUELE ARCIULI & I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino

EMANUELE ARCIULI & I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino

 

Emanuele Arciuli è una delle voci più originali e interessanti della nuova scena concertistica. 
Il suo repertorio spazia da Bach alla musica d’oggi, di cui  è considerato uno dei più convinti interpreti dagli stessi compositori con molti dei quali ha stabilito un proficuo rapporto di stima e collaborazione.

 

ARTISTI

Emanuele Arciuli, pianoforte

Claudio Quintavalla, tromba

Domenico Pierini, direttore

I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino

 

PROGRAMMA 

D. Shostakovich
Adagio per archi da Lady Macbeth di Mzensk (adattamento per archi)

D. Shostakovich
Concerto n.1 op.35 per pianoforte, tromba e orchestra d’archi

– – – – – – – – – – – – – – – – –

G. Kancheli
Valse Boston per pianoforte e orchestra d’archi

 

durata: 1 h e 30 compreso intervallo

 

distribuzione esclusiva a cura di AidaStudio

 

 

EMANUELE ARCIULI, pianoforte

Emanuele Arciuli si è imposto come una delle voci più originali e interessanti della nuova scena concertistica. 
Il suo repertorio spazia da Bach alla musica d’oggi, di cui – con speciale riferimento agli Stati Uniti – è considerato uno dei più convinti interpreti dagli stessi compositori, con molti dei quali ha stabilito un proficuo rapporto di stima e collaborazione.
 Suona regolarmente per le maggiori istituzioni, fra cui Teatro alla Scala, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro San Carlo di Napoli, Arena di Verona, La Fenice di Venezia, Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Berliner Festwochen, Milano Musica, Settembre Musica di Torino, Festival Internazionale Pianistico di Brescia e Bergamo, Rotterdam Philharmonic, Brussel Philharmonic, Miller Theater di New York, Indianapolis Symphony Orchestra, Tonkünstler Orchestra al Musikverein di Vienna, Saint Paul Chamber Orchestra, Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, Orquestra Sinfonica Brasileira di Rio de Janeiro, RedCat di Los Angeles, Festival Pianistico di Miami. Collabora con direttori d’orchestra quali Roberto Abbado, Petr Altrichter, Andrey Boreyco, Yoel Levi, Wayne Marshall, James MacMillan, Kazushi Ono, Zoltan Pesko, Stefan Reck, Arturo Tamayo, Mario Venzago ecc. e con altri musicisti, fra cui Sonia Bergamasco, Francesco Libetta, Massimo Quarta e Andrea Rebaudengo. 
Plurimo di Claudio Ambrosini, per 2 pianoforti e orchestra, eseguito alla Biennale di Venezia (con Libetta, Valade e l’Orchestra della RAI), è stato premiato col Leone d’Oro 2007. Fra i compositori che hanno scritto per lui Michael Nyman (Piano Concerto n. 2), George Crumb (Eine Kleine Mitternachtmusik), numerori autori italiani e americani, con più di quindici prime esecuzioni di lavori per pianoforte e orchestra. Ha suscitato grande interesse da parte della critica internazionale il ciclo delle Round Midnight Variations, un gruppo di composizioni espressamente scritte per lui nel 2001 da 16 fra i maggiori autori statunitensi, tra cui Babbitt, Rzewski, Torke, Daugherty, Bolcom, Harbison, che si impone come una delle più significative raccolte pianistiche dei nostri giorni.
Un suo concerto per il Santa Fe Chamber Music Festival ha aperto ufficialmente l’Indian Market 2012 con sette nuove opere scritte per lui da importanti compositori americani e ispirate all’arte degli Indiani d’America. Il suo interesse per la cultura amerindia, inoltre, ha ispirato uno speciale progetto eseguito nel novembre 2008 allo Smithsonian Museum di Washington, e continua nella costante e intensa collaborazione con i maggiori musicisti nativi americani. Ha inciso numerosi cd e dvd per Chandos, Bridge, VAI e Stradivarius, tra i quali l’integrale pianistica di Berg e Webern e il Concerto per piano e orchestra di Bruno Maderna in prima mondiale.
L’album dedicato a George Crumb, inciso per Bridge, ha ricevuto la nomination per i Grammy Awards mentre il cd Stradivarius contenente musiche di Adams e Rzewski è stato votato dalla critica come miglior disco italiano del 2006. Di prossima uscita un dvd con musiche di Ives, Rzewski, Corea e Hersch pubblicato dal Miami Piano Festival e Vai records. Arciuli ha pubblicato il volume Rifugio intermedio – Il pianoforte contemporaneo tra Italia e Stati Uniti per il Teatro di Monfalcone e di recente Musica per pianoforte negli Stati Uniti per la Edt. Mario Bortolotto gli ha dedicato una delle dieci monografie sugli interpreti italiani di oggi, su RaiRadioTre. Cura un seguito blog per Il Giornale della Musica. È titolare della cattedra di pianoforte principale al Conservatorio di Bari e dal 1998 è frequentemente professore ospite al College Conservatory of Music di Cincinnati, UCLA di Los Angeles e in molte altre università americane. Nel 2011 gli è stato conferito il Premio Abbiati come miglior solista.

 

CLAUDIO QUINTAVALLA, tromba

Claudio Quintavalla si diploma in tromba con Andrea Patrignani, si perfeziona con André Bernard, Guido Corti, Pierre Thibaud, Raphi Glaser, Armando Ghitalla, Luciano Cadoppi e Matthias Persson. Idoneo ai concorsi per Prima Tromba presso le orchestre dell’ Ente Arena di Verona e Sinfonica di Sanremo e per Terza Tromba presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Ha collaborato con le orchestre del Teatro La Fenice di Venezia, del Teatro Alla Scala di Milano, del Teatro Petruzzelli di Bari, del Teatro Verdi di Trieste, del Teatro Regio di Torino, della Sinfonica Nazionale della RAI, della Sinfonica di Sanremo e del Teatro Nazionale di Monaco di Baviera. Svolge attività concertistica in gruppi da camera in particolare con il quintetto di ottoni CONTROQUINTETTO e con i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino. Attualmente ricopre il ruolo di Prima Tromba presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze.

 

DOMENICO PIERINI, Direttore Musicale Cameristi del Maggio, Orchestra da Camera del Maggio Musicale Fiorentino

Nasce a Livorno nel 1967. Nel 1988 Zubin Mehta lo invita nell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e l’anno successivo lo sceglie come Primo Violino di Spalla. Venti anni di carriera trascorsi come Primo Violino di Spalla nei maggiori teatri italiani lo portano a collaborare con i nomi più prestigiosi della scena musicale contemporanea, Zubin Mehta, Carlo Maria Giulini, Giuseppe Sinopoli, Carlos Kleiber, Herbert von Karajan, Leonard Bernstein Claudio Abbado, Georges Prêtre, Seiji Ozawa, Riccardo Muti, Lorin Maazel, Semyon Bychkov, Myung-Whung Chung, che lo spingono a dedicarsi anche alla direzione d’orchestra. Giuseppe Sinopoli lo introduce alla conoscenza delle più importanti partiture, in seguito sono le indicazioni tecniche e musicali di Zubin Mehta a completarne la formazione. Nel quadro del rapporto di amicizia e collaborazione che lo lega al proprio Teatro, nel 2008 fonda I Cameristi del Maggio – Orchestra da Camera del Maggio Musicale Fiorentino, di cui è Direttore Musicale. Dal 2009 ad oggi ha diretto I Cameristi collaborando con solisti del calibro di Mario Brunello, Andrea Lucchesini, Boris Berezovsky in prestigiosi contesti italiani e internazionali fra i quali Teatro dell’Opera Firenze, Teatro della Pergola di Firenze, Teatro Verdi di Firenze, Auditorium Giovanni Agnelli di Torino, Auditorium della Conciliazione di Roma, National Grand Theater di Pechino. Con i Cameristi del Maggio è stato ospite del Festival Internazionale “Pietrasanta in Concerto” e del Festival “Assisi nel Mondo” in prima assoluta e con ripresa di Sky Classica. Con I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino ha inoltre inciso per la rivista Amadeus un CD monografico su P.I. Tchaikovski. Ha diretto orchestre prestigiose in numerosi contesti in Italia e all’estero. In occasione dell’Expo 2010 presso il Grand Theatre di Shangai dirige l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino in qualità di rappresentante e ambasciatore ufficiale della cultura italiana e fiorentina. Ha diretto Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino in un concerto a Firenze a favore della storica Biblioteca Nazionale (2010), l’Orchestra Giovanile Zinaida Gilels nell’ambito del “Festival Assisi nel Mondo” sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni Culturali, del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati (aprile 2011). Ha diretto il Flauto Magico di Mozart al “Festival di Santa Fiora” con la partecipazione del musicattore Luigi Maio, Cavalleria Rusticana presso il Teatro della Pergola di Firenze con i complessi artistici del Maggio Musicale Fiorentino riscuotendo ampi consensi di pubblico e di critica (2007), l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e l’Orchestra Sinfonica di Sanremo (2011), i professori dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino nel tradizionale concerto per il Capodanno Fiorentino al Teatro Verdi di Firenze (2013), l’International Sergiu Celibidache Orchestra nelle sinfonie di Tchaikovsky e Mendelssohn, ospite del “Bellini and Romantic Opera Festival” (2013). Nel Giugno 2015 al Teatro Colón di Buenos Aires ha diretto un concerto dedicato al repertorio lirico sinfonico italiano. Nel 2008 fa parte della giuria dell’International Bellini Music Competition, prestigioso concorso musicale internazionale di Pechino. Dal 2011 al 2012 è General Musik Director dei Wiener Kammersymponie. Nel 2013 è nominato Honorary Guest Musician presso la Shanghai International Youth Orchestra in Cina. È stato docente di violino presso l’Accademia di Alto Perfezionamento del Maggio Musicale Fiorentino e tiene regolarmente corsi e master classes di interpretazione violinistico-musicale e direzione d’orchestra presso l’Orchestra Giovanile Italiana e i Conservatori di Livorno, La Spezia, Rovigo, Trento, Sassari, Parma e a Buenos Aires. Nel 2013 è nominato Honorary Guest Musician presso la Shanghai International Youth Orchestra (China). Ha inciso (2015) per la rivista Amadeus un CD monografico su P.I. Tchaikovski. Nel 2016 è ospite nuovamente al Festival “Omaggio all’Umbria” e al Teatro Petruzzelli di Bari con i Cameristi del Maggio, ha diretto inoltre all’Opera di Tirana. Sempre nel 2016 ha diretto l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino presso il Teatro dell’Opera di Firenze in “Nocturnes” e “La Mer” di Claude Debussy nell’ambito della Stagione dei Concerti presso il Teatro dell’Opera di Firenze. Nell’ottobre 2017 ha riscosso altro pieno successo per la direzione di “Salomè” opera in un Atto unico composta da Padre Giuseppe Magrino in prima esecuzione assoluta in forma semiscenica nella Basilica di San Francesco ad Assisi con i Cameristi del Maggio e la regia di Dario Argento presso il Festival “Assisi nel Mondo Omaggio all’Umbria”. Con i Camersiti del Maggio sarà nuovamente al Festival del Maggio Musicale Fiorentino 2018 con musiche di Shostakovich. Ha tenuto due importanti seminari di “Prove di sala” e interpretazione sul Verismo e suRichard Wagner presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma. E’ Direttore Artistico dell’iniziativa No Profit “Musica e Teatro per la Vita” a favore della Fop (Fibrodisplasia ossificante progressiva), in questo ambito ha coinvolto tra gli altri, il Quartetto d’archi del Teatro alla Scala di Milano, I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino, gli Ottoni del Maggio Musicale Fiorentino, la Klezmerata Fiorentina, il pianista Giuseppe Albanese, gli attori Carlo e Francesco Giuffré.

 

I CAMERISTI DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino, fondati da Domenico Pierini, sono un’orchestra da camera che annovera tra le proprie fila musicisti giunti all’apice della maturità strumentale grazie all’esperienza maturata negli anni all’interno del prestigioso Teatro fiorentino sotto la guida, oltre che dello stesso Zubin Mehta, direttore principale del Teatro, dei più grandi direttori di tutti i tempi tra i quali Chung, Carlo Maria Giulini, Giuseppe Sinopoli, Carlos Kleiber, Herbert von Karajan, Leonard Bernstein Claudio Abbado, Georges Prêtre, Seiji Ozawa, Riccardo Muti, Lorin Maazel, Semyon Bychkov, Myung-Whung. Si propongono come interpreti sensibili nell’adeguare la timbrica e il fraseggio alle esigenze espressive di un repertorio che spazia dalla grande musica strumentale italiana del ‘700, al romanticismo europeo, alle varie correnti artistiche del ‘900 e contemporanee, unendo la tipica lucentezza del suono italiano ad una rigorosa cura e disciplina.
I Cameristi hanno per loro natura un organico duttile e variabile in base ai contesti e ai repertori affidando parti solistiche di grande virtuosismo ai solisti del gruppo, tutte prime parti dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino hanno il privilegio di portare nel mondo il nome del Teatro fiorentino: sono regolarmente ospiti di Festival di rilievo internazionale, si esibiscono in sale prestigiose e vantano collaborazioni con solisti di primissimo piano del panorama internazionale tra i quali Placido Domingo, Andrea Bocelli, Salvatore Accardo, Pinchas Zukerman, Wolfram Christ, Mario Brunello, Christoph Hartmann, Andrea Lucchesini, Renato Zero, Elisa, Gianna Nannini, 2 CELLOS, Vadim Repin, Boris Berezovsky, Daniele Callegari, Michael Guttman, Nestor Marconi, Anneleen Lenaerts, Toby Hoffman, Sergio Tiempo e Karin Lechner.