Eugenia Costantini

Nata a Roma ma cresciuta in Francia, inizia a recitare giovanissima prima con Marie Noelle Sehr poi con Josée Dayan. Dopo aver finito la scuola, trasferitasi di nuovo in Italia, comincia a lavorare subito in tv come al cinema, con, tra gli altri, Alberto Sironi, Giovanni Veronesi, Ken Loach. Parallelamente frequenta la Scuola Internazionale di Teatro di Roma, improntata sul metodo di Jacques Lecoq, e affronta le sue prime esperienze teatrali. Segue per qualche anno i corsi del maestro di teatro gestuale Isaac Alvarez.

Nel 2011, grazie al ruolo nel film “18 anni dopo” di Edoardo Leo, vince una borsa di studio nella scuola di Susan Batson a New York, dove inizia un percorso tutt’ora attivo. Tra le sue esperienze più formative il ruolo di Viola ne’ “La dodicesima notte” per la regia di Carlo Cecchi, in tournée teatrale tra il 2014 e il 2016. In televisione interpreta invece il ruolo di Cristina Avola Burkstaller nella serie tv di culto “Boris”

La troviamo poi in varie pellicole degli ultimi anni, tra cui “Una famiglia perfetta” di Paolo Genovese, “La montagna silenziosa” di Ernst Gossner, “Maraviglioso Boccaccio” di Paolo e Vittorio Taviani. La sua ultima esperienza teatrale, tra il 2016 e il 2018, in “Locandiera b&b” per la regia di Roberto Andò. All’inizio del 2019 è tra i protagonisti del film “La tristezza ha il sonno leggero”, opera prima di Marco Mario de Notaris.