ADRIANO GIANNINI in IL GRANDE GATSBY con Nico Gori Swing 10tet

Produzione Aida Studio
Distribuzione esclusiva a cura di Aida Studio
In collaborazione con Cabiria Produzioni

Lo spettacolo dà doppia parola a Nick Carraway - il narratore guida dell’intramontabile romanzo di Francis Scott Fitzgerald pubblicato nel 1925 e considerato il “manifesto” degli Stati Uniti degli anni ‘20 - e alla figura, misteriosa e ambigua di Jay Gatsby, un self made man ossessionato dalla figura dell’amata Daisy, e che rappresenta i miti e le contraddizioni del “sogno americano”.

Lo spettacolo dà doppia parola a Nick Carraway  – il narratore guida dell’intramontabile romanzo di Francis Scott Fitzgerald pubblicato nel 1925 e considerato il “manifesto” degli Stati Uniti degli anni ‘20 – e alla figura, misteriosa e ambigua di Jay Gatsby, un self made man ossessionato dalla figura dell’amata Daisy, e che rappresenta i miti e le contraddizioni del “sogno americano”.

Il Nico Gori Swing 10tet che presenta un repertorio formato da brani della tradizione delle storiche big band, di autori come Benny Goodman e Count Basie e brani originali dello stesso Gori, sempre ispirati alla tradizione swing degli anni ’30. Prestigiose le loro collaborazioni nei concerti dal vivo: Renzo Arbore, Stefano Bollani,  Rossana Casale, Bosso, loro special guest nel concerto del febbraio 2017 al Museo Piaggio. Seppur con un organico ridotto rispetto alla big band classica, gli arrangiamenti, il sound ricercato e la scelta del repertorio sono volti a recuperare quel rapporto tra musica, spettacolo e ballo proprio delle grandi orchestre jazz di quegli anni.

Anni Venti. New York. Siamo nell’età del jazz, del proibizionismo, dei nuovi ricchi, della finanza, dell’emancipazione, dell’America che sta fondando il suo mito distruggendo tutti gli altri. La storia è quella di Jay Gatsby che vuole ad ogni costo riconquistare Daisy Fay ed ogni sua azione è tesa a quell’unico scopo: l’enorme casa comprata a West Egg (toponimo inventato da F. S. Fitzgerald per Long Island) sulla sponda opposta esattamente di fronte alla casa di Daisy, le lussuose feste, tutto per riconquistare la sua adorata  che nel frattempo ha sposato il ricco Tom Buchanan.

Oltre l’amore nel romanzo si indagano ben altri sentimenti, ben altre emozioni che dipingono e definiscono a pieno i personaggi dell’America che sta crescendo. La mancanza di affetti autentici, la solitudine, l’incomunicabilità e l’indifferenza. Alle sensazionali feste di Gatsby nessuno parla, nessuno si conosce, tutti sono entusiasti di incontrare gente sconosciuta; nessuno è interessato davvero all’altro, nessuno conosce davvero Gastby e nessuno sembra nemmeno interessato a conoscerlo.

Il celebre romanzo ha accresciuto il suo successo anche grazie alle quattro versioni cinematografiche, specialmente quella di Coppola con Robert Redford e l’ultima di Luhrmann con Di Caprio. Un’opera sulla vacuità, sull’assenza dei veri valori, degli affetti autentici, sulla solitudine, sulla noia, sul dramma del mito americano.

ARTISTI

Adriano Giannini, voce recitante
con Nico Gori Swing 10tet

musiche di Nico Gori
testo di Tommaso Mattei
ideazione di Elena Marazzita