COMEDÌA
un’opera digitale della Divina Commedia

Per il VII centenario dalla morte di Dante
Produzione Aida Studio
Distribuzione esclusiva a cura di Aida Studio

Lo spettacolo è una nuova forma di opera da camera, che unisce poesia e recitazione, live electronics, video arte, sound e lighting design.

Comedìa è un progetto originale di Et In Arcadia Ego che collega la Divina Commedia al nostro tempo esplorando nuovi orizzonti espressivi delle tecnologie digitali.

Lo spettacolo è una nuova forma di opera da camera, che unisce poesia e recitazione, live electronics, video arte, sound e lighting design.

Comedìa nasce dall’incontro di un gruppo di artisti europei, di diverse discipline ed esperienze.

Lo spettacolo sarà pronto a maggio 2020 e quindi per l’intero 2021, anno di celebrazioni dantesche.

Sono previsti, inoltre, lo sviluppo di attività collaterali dirette a sensibilizzare il pubblico verso l’attualità di Dante, con iniziative di UGC, e la produzione di contenuti artistici collegati, declinati per altri media e audience.

IL PERCORSO

COMEDÌA è la storia di un viaggio straordinario dal Buio alla Visione; un percorso di evoluzione e consapevolezza che viene reso esplicito mediante tre linguaggi artistici – narrativo, musicale e visuale – intrecciati tra loro ed integrati dall’elaborazione elettronica live.  

La tecnologia li trasforma al tempo stesso in racconto, orchestra e scena, ampliando lo spettro espressivo dei versi di Dante.  

Dispositivi elettronici e computer sono “suonati” dal vivo, alla stregua di strumenti acustici, sotto la direzione di un direttore d’orchestra. 

Il risultato è una forma sorprendentemente coinvolgente di teatro musicale, che rielabora i canoni dell’opera e potenzia l’emozione del live con le inusitate e immense possibilità espressive della tecnologia digitale.

LA STORIA

Tra i molteplici percorsi presenti nella Divina Commedia,  COMEDìa  segue il cammino verso la visione dell’Amore.  Amore che “move il Sole e l’altre Stelle” e che, nello spettacolo, è profondamente sensuale nella rappresentazione.

È il femminino interiore, la donna “beata e bella”, che segna il tracciato e mette in grado di percorrerlo. In Comedìa, infatti, le tre guide di Dante (Virgilio, Beatrice e Bernardo) sono recitate da una voce femminile. 

Il libretto è integralmente tratto dal poema dantesco, con il contributo di illustri dantisti.

LA MUSICA

In Comedìa il solo input è la voce, elaborata espressivamente per costruire una drammaturgia acustica. 

Le voci degli attori sono elaborate, trasformate in suono e musica e spazializzate in 3Dsound mediante un sofisticato sistema acustico multicanale.  

L’uso esclusivo dell’elettronica permette di avere uno spazio neutro, senza sovrastrutture musicali, in cui la parola e la voce diventano corpo vibrante, che, nel percorso dall’Inferno al Paradiso, tende verso una dimensione armonica, verso la sublimazione del canto.

ARTISTI

Giuseppe Sigismondi de Risio, ideazione, coordinamento creativo, sound design

Gabriele Duma, drammaturgia, regia e attore in scena

Paolo Ingrosso, concetto musicale e elettronica dal vivo

Transforma, concetto e realizzazione video e video dal vivo

Nevio  Cavina, lighting design

Antonella Franceschini, attore fuori scena e voci femminili