VITTORIA PUCCINI in BEATRICE

Per il VII centenario dalla morte di Dante
Produzione Aida Studio
Distribuzione esclusiva a cura di Aida Studio

Da cielo in terra a miracol mostrar

Con questo reading musicale si delinea il racconto di uno tra i più grandi amori letterari di ogni tempo, quello tra Dante Alighieri e Bice Portinari. Un amore che nasce da uno sguardo, vive di parole, attraversa la lontananza e vince la morte, ispirando la Divina Commedia, capolavoro imperituro. Come si può continuare a scrivere quando la morte ti ha sottratto la tua Musa? È questo l’interrogativo che, l’8 giugno 1290, tormenta Dante Alighieri davanti alle spoglie di Beatrice Portinari. Da quel momento tutto cambierà: la sua vita come la sua poesia.

Tramite la voce di Beatrice ripercorriamo le strade di Firenze, riviviamo le vicissitudini di un amore segnato dal destino, il primo incontro e l’ultimo sguardo, la passione in virtù della quale Dante ha avuto ispirazione e fama. Alle pagine di Bianca Melasecchi fanno da contrappunto le parole dello stesso Dante che, modernissimo come sempre, ci presenta il ritratto di una donna incredibilmente forte, consapevole della sua bellezza ma anche dotata di grande intelligenza, gentilezza e nobiltà d’animo. È un Dante intimo, rivelato anche nella sua fragilità, in tutta la sua umanità: lacerato dall’amore, tormentato dall’ambizione, ardentemente contemporaneo.

ARTISTI

Vittoria Puccini, voce recitante 

I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino
(quartetto d’archi, flauto, clarinetto, arpa)

musiche di M. Ravel e C. Debussy

testo a cura di Bianca Melasecchi

ideazione di Elena Marazzita

Edizioni Curci