La più antica composizione di Vivaldi finora conosciuta e altre rarità. Nel dicembre 2015 ho avuto la possibilità d’imbattermi nel manoscritto di quella che, dopo un’attenta analisi, è risultata essere la più antica composizione di Vivaldi conosciuta. Un manoscritto anonimo, tracciato dalla mano giovanile di Johann Georg Pisendel – il violinista sàssone allievo di Vivaldi – che trasmette una composizione di gusto tardoseicentesco: al suo interno, numerose concordanze musicali con composizioni autentiche di Vivaldi confermano l’attribuzione. Altri studî sulla filigrana e il conTesto storico rivelano che si tratta di una composizione databile fra il 1700 e il 1702, prima, cioè, della prima raccolta a stampa conosciuta di Vivaldi. Un lavoro giovanile e pionieristico che è stato subito accolto nel cànone ufficiale vivaldiano col numero di catalogo RV 820 e che adesso ho il piacere e l’onore di presentare al pubblico. Accanto a questa recentissima e importante scoperta, altre composizioni coeve di rarissimo ascolto, fra cui spicca il concerto RV 522a per due violini, antesignano del celebre concerto Op. III, n. 8, anch’esso presentato al pubblico in prima mondiale dopo la sua ricostruzione basata sull’edizione Schirmer del 1909. I lavori qui presentati sono stati incisi discograficamente in un CD Sony. Intanto, vengono presentati al pubblico in concerto, con l’intenzione di coniugare la bellezza della musica con bellezza della ricerca storiografica. Uno sguardo su un capitolo della storia musicale ancora da esplorare, un modo per far progredire le nostre conoscenze e la nostra sete di bellezza.

-Federico Maria Sardelli

 

PROGRAMMA

A. Vivaldi
Concerto in La minore per due violini e archi RV 522a
Allegro – [Adagio] – [Allegro]

Sonata in Sol maggiore per violino, violoncello e basso continuo RV 820
Allegro – Adagio – Allegro

Concerto in Re minore per violino, archi e basso continuo RV 813
Allegro – [Adagio] – Allegro – Adagio – Andante – Largo – Allegro

Concerto in Sol maggiore RV 438 per flauto traversiere, archi e basso continuo
Allegro – Larghetto – Allegro

Sonata in Re minore per due violini e basso continuo
Op. I, n. 12, RV 63 La Follia

G.S. Carbonelli
Sonata Op. I, n. 2 in Re minore
Adagio – Allegro Allegro Andante – Aria

A. Vivaldi
Concerto in Mi minore per violino, archi e basso continuo da La Stravaganza op. 4 n. 2 RV 279
Allegro – Largo – Allegro

 

MODO ANTIQUO

su strumenti d’epoca
Federico Maria Sardelli, flauto traversiere e direzione

Federico Guglielmo, violino principale
Raffaele Tiseo, Paolo Cantamessa, Stefano Bruni, violini

Pasquale Lepore, viola
Bettina Hoffmann, violoncello
Federico Bagnasco, contrabbasso
Andrea Coen, clavicembalo

 

 

< Torna al progetto FEDERICO MARIA SARDELLI & MODO ANTIQUO